Attività notarile > Circolare dell'Agenzia delle Entrate n.2/E del 21 febbraio 2014
Con la circolare 2/E del 21 febbraio 2014, l’Agenzia delle entrate ha fatto chiarezza sulla tipologia di immobili per cui è possibile ottenere le “agevolazioni della prima casa”.
Con questa circolare l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che le “agevolazioni della prima casa”per i trasferimenti di case di abitazione, sono vincolate ai fini dell’imposta di registro (fermi restando tutti i requisiti ulteriori di cui alla nota II-bis dell’art. 1 della Tariffa, parte prima, allegata al TUR) alla categoria catastale in cui è classificato o classificabile l’immobile e non alle caratteristiche individuate dal DM. Del Ministero dei Lavori Pubblici del 2 agosto 1969.
Le categorie catastali sono:
- Le abitazioni di tipo signorile (A/1);
- le abitazioni di tipo civile (A/2);
- le abitazioni di tipo economico (A/3);
- le abitazioni di tipo popolare (A/4);
- le abitazioni di tipo ultrapopolare (A/5);
- le abitazioni di tipo rurale (A/6);
- le abitazioni in villini (A/7);
- le abitazioni in ville (A/8)
- i castelli e i palazzi di eminenti-pregi-artistici e storici (A/9)
- le abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi (A/11).

Per gli immobili di cui alle categorie catastali A/1; A/8 e A/9 non sono ammesse le agevolazioni della prima casa.